DOSAGGIO DEL NT-proBNP: UN AUSILIO ALLA DIAGNOSI DI INSUFFICIENZA CARDIACA.

L’insufficienza cardiaca (IC) è un problema sanitario di portata mondiale, associato ad elevata morbilità e mortalità. La sua precoce diagnosi, già ai primi stadi, quando la sintomatologia è di lieve entità, ed un trattamento appropriato, sono di fondamentale importanza per migliorare la prognosi.

Da pochi anni sono stati studiati ed introdotti nella pratica clinica dei nuovi bio-marcatori in grado di identificare la presenza dello scompenso cardiaco e di definirne la gravità: il BNP (peptide natriuretico di tipo B) e la sua porzione inattiva, la porzione N terminale (NT-proBNP).

Il BNP è un neurormone peptidico normalmente prodotto in piccole quantità dal miocardio sotto forma di precursore, il pro-BNP, che viene scisso in due parti: l’ormone attivo (BNP) e un frammento inattivo l’NT-proBNP. Il BNP agisce regolando il volume del sangue (volemia), influendo quindi sul lavoro che il cuore deve compiere per pompare il sangue in tutto il corpo. Sia il BNP che l’NT-proBNP sono prodotti principalmente nel ventricolo sinistro del cuore (l’area del cuore con la maggior azione pompante). Quando il ventricolo sinistro è dilatato, per l’eccessivo carico di lavoro, la concentrazione ematica di BNP e NT-proBNP può aumentare notevolmente. Questo si può verificare nello scompenso cardiaco, ma anche in altre situazioni patologiche che coinvolgono il cuore ed il sistema circolatorio.

In particolare l’utilizzo del NT-proBNP come marcatore di scompenso, permette grazie alla sua maggiore emivita in vivo e stabilità in vitro di essere un indice molto attendibile di funzionalità cardiaca e di valutare la severità di eventuale malattia.

Studi più recenti, inoltre, hanno confermato, oltre all’elevato valore predittivo per insufficienza di BNP e Pro-BNP, che bassi valori di  NT-proBNP  permettono  anche di escludere la presenza i disfunzione ventricolare sistolica (potere predittivo negativo del 98%).

Allergia e cross-reattività

La caratteristica del paziente allergico è quella di produrre immunoglobuline della classe IgE dirette verso sostanze esterne, gli allergeni. Le IgE prodotte stimolano la liberazione e produzione di mediatori chimici che saranno responsabili dell’infiammazione allergica.

Read more

L’analisi dell’acqua per le “strutture ricettive” è obbligatoria, non dimenticartene

La legge impone un particolare regime di controllo dell’acqua potabile per quanto riguarda le strutture cosiddette “ricettive”, come ad esempio:

  • alberghi
  • ospedali
  • case di riposo
  • centri di ristorazione
  • condomini
  • residence
  • spazi dotati di piscina
  • impianti sportivi di ogni genere

È il Decreto Legislativo n. 31 del 2001 che disciplina l’analisi delle acque potabili, imponendo un vero e proprio obbligo in capo al titolare ed al gestore degli edifici e delle strutture che forniscono acqua, che devono tassativamente rispettare determinati parametri fissati in apposite Tabelle Ministeriali.

Infatti, queste particolari tipologie di strutture hanno l’obbligo di effettuare delle analisi di routine dell’acqua potabile destinata al consumo umano.

Read more

Circolare Ministeriale del 25/03/2016 – Criteri di erogabilità e appropriatezza delle prestazioni

Circolare Ministeriale del 25 marzo 2016 contenete indicazioni all’applicazione del Decreto Ministeriale del 9 Dicembre 2015  sull’Appropriatezza prescrittiva.

Le principali indicazioni riguardano tra l’altro:

  • la prescrizione da parte degli specialisti operanti in regime “libero professionale
  • erogabilità delle indagini allergologiche
  • chiarimenti per la prescrizione di prestazioni radiologiche

Scarica il PDF della circolare

Analisi dell’acqua domestica. Ecco perché è importante

Quanto siamo certi della reale qualità dell’acqua che ogni giorno utilizziamo in cucina o per lavarci? Nella maggior parte dei casi molti di noi non hanno la certezza di poter fare affidamento al 100% su un bene così prezioso come l’acqua. L’utilizzo di acqua microbiologicamente pura e con composizione chimica bilanciata è molto importante per evitare di correre rischi per la salute.

Read more

AVVISO: Sciopero sospeso

In seguito alla manifestazione di protesta avvenuta in data odierna presso l’ASSESSORATO REGIONALE ALLA SALUTE, l’ Assessore BALDO GUCCIARDI nel venire incontro alle osservazioni della nostra categoria ha provveduto a firmare un accordo con le associazioni sindacali per l’attivazione di tavoli tecnici atti a trovare rapidamente le soluzioni alle varie problematiche che affliggono la sanità convenzionata.

Per tale motivo la protesta viene sospesa fino all’inizio dei lavori in sede assessoriale.

Scarica la delibera in pdf

 

AVVISO: SCIOPERO GENERALE

In coerenza con lo stato di agitazione degli specialisti convenzionati il Laboratorio Genovese resterà chiuso per le manifestazioni di protesta programmate a livello regionale.

Nella speranza di non causare eccessivo disagio all’utenza verrà garantito il ritiro dei referti:

Dalle     9:00 alle 12:00
E dalle 16:00 alle 18:00

Ci scusiamo per l’inconveniente, ma siamo costretti a ribellarci alla volontà politica regionale che vuole, ancora una volta, cancellare la nostra figura professionale dal territorio al pari di quanto sta già facendo con la sanità pubblica.

L’ossido nitrico nell’asma bronchiale

L’asma è una delle malattie respiratorie croniche più diffuse nel mondo, si manifesta attraverso una infiammazione cronica responsabile dell’ostruzione reversibile delle vie aeree con comparsa di episodi ricorrenti (i cosiddetti ‘attacchi d’asma’) di crisi respiratorie, respiro sibilante, senso di costrizione toracica e tosse. Durante gli attacchi, che possono essere improvvisi o graduali, peggiorano i sintomi e la funzionalità respiratoria. La diagnostica dell’asma si avvale, oltre della storia clinica paziente e dei dati obiettivi riscontrabili durante le crisi, dei test di funzionalità respiratoria: spirometria, test di bronco-reversibilità, test di provocazione bronchiale aspecifico.

Aver individuato nell’infiammazione cronica il punto chiave della definizione della patologia ha avuto importanti ricadute sia a livello diagnostico che di trattamento dell’asma.

Read more
1 2