L’analisi dell’acqua per le “strutture ricettive” è obbligatoria, non dimenticartene

La legge impone un particolare regime di controllo dell’acqua potabile per quanto riguarda le strutture cosiddette “ricettive”, come ad esempio:

  • alberghi
  • ospedali
  • case di riposo
  • centri di ristorazione
  • condomini
  • residence
  • spazi dotati di piscina
  • impianti sportivi di ogni genere

È il Decreto Legislativo n. 31 del 2001 che disciplina l’analisi delle acque potabili, imponendo un vero e proprio obbligo in capo al titolare ed al gestore degli edifici e delle strutture che forniscono acqua, che devono tassativamente rispettare determinati parametri fissati in apposite Tabelle Ministeriali.

Infatti, queste particolari tipologie di strutture hanno l’obbligo di effettuare delle analisi di routine dell’acqua potabile destinata al consumo umano.

La normativa italiana sulle analisi delle acque impone un regolare controllo per conoscerne i componenti per attestarne lo stato di salubrità, rispettando questi parametri.

Per le “unità immobiliari” – vale a dire condomini – è prevista una responsabilità civile dell’amministratore, il quale deve deve assicurare che i valori fissati dalla legge, siano mantenuti costanti fino al punto in cui l’acqua fuoriesce dal rubinetto del singolo condomino.

Quindi, la responsabilità delle verifiche sulla qualità dell’acqua spetta all’Ente Gestore dell’acquedotto solo fino al contatore. La verifica di ciò che accade dal contatore al rubinetto spetta al titolare dell’attività, nel caso in cui l’acqua sia fornita al pubblico (ristorante, hotel, struttura sanitaria, condominio, ecc).

Il Decreto Legislativo n. 31/2001, stabilisce di eseguire con cadenza annuale, la ricerca dei parametri minimi delle acque potabili condominiali, indicati nei “controlli di routine”, che dovranno effettuarsi mediate due prelievi, uno al piano terra del condominio e l’altro al piano più alto.

E’ fondamentale, quindi, monitorare le acque destinate al consumo umano in queste numerose tipologie di strutture.

Per effettuare in assoluta sicurezza le analisi di routine sulla salubrità dell’acqua potabile è bene affidarsi a specifici laboratori accreditati dal Ministero della Sanità, come il Laboratorio Genovese di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), che effettua campionamenti ed analisi per la verifica della potabilità dell’acqua in conformità al Decreto Legislativo n. 31/2001.

CONTATTACI PER RICHEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI O PER RICEVERE IL KIT DI CAMPIONAMENTO ACQUA FAI DA TE